martedì 15 luglio 2008

L' Italia oggi...

Giorgio Napolitano
Il presidente della Repubblica Italiana è il capo dello Stato italiano e rappresenta l'unità nazionale, come stabilito dalla Costituzione italiana. Il presidente della Repubblica è un organo costituzionale che viene eletto dal Parlamento in seduta comune e resta in carica per sette anni. L'attuale Presidente della Repubblica è Giorgio Napolitano, undicesimo a ricoprire la carica.
Giorgio Napolitano (Napoli, 29 giugno 1925) è un politico italiano, undicesimo Presidente della Repubblica, in carica dal 10 maggio 2006.
In precedenza era stato Presidente della Camera dei Deputati nell'XI Legislatura (sostituendo nel 1992 Oscar Luigi Scalfaro, salito al Quirinale) e Ministro dell'Interno nel Governo Prodi I, nonché deputato dal 1953 al 1996 e Senatore a vita dal 2005 (nominato da Carlo Azeglio Ciampi) fino alla sua elezione alla prima carica della Repubblica.
È il primo Capo dello Stato che abbia fatto parte del Partito Comunista Italiano.
È il terzo presidente ad essere eletto alla quarta chiamata (dopo Einaudi e Gronchi), il sesto ex Presidente della Camera eletto Capo dello Stato (dopo Enrico De Nicola, Gronchi, Leone, Pertini e Scalfaro), il secondo ad essere eletto da senatore a vita (prima di lui Leone), e il terzo presidente napoletano (dopo De Nicola e Leone).
Titolo di studio: laurea in giurisprudenza
Professione: politico
Partito: Democratici di sinistra (DS)

Renato Schifani
Il Presidente del Senato è la seconda carica dello Stato Italiano per rilievo politico, seconda a quella del Presidente della Repubblica e precedente a quella del Presidente della Camera. Attualmente è ricoperta dal senatore del Popolo della Libertà Renato Schifani.
Renato Giuseppe Schifani(Palermo. 11 maggio 1950) è un politico italiano, presidente del Senato della Repubblica dal 29 aprile 2008.
Titolo di studio: laureato in giurisprudenza
Professione: avvocato
Partito: FI – Il popolo della Libertà

Gianfranco Fini
Gianfranco Fini (Bologna, 3 gennaio 1952) è un politico italiano. E' stato presidente di Alleanza Nazionale per 15 anni. Dalla fondazione nel '93 fino al 2008. Ha ricoperto l'incarico di viceprsidente del Consiglio dei ministri dei governi Berlusconi II e III; nel III è stato anche ministro degli Affari esteri. Dal 30 aprile 2008 è Presidente della Camera dei deputati. E' la terza più importante carica dello Stato Italiano dopo il Presidente della Repubblica e il quello del Senato.
Titolo di studio: laurea in psicologia
Professione: politico e giornalista
Partito: AN – Il popolo della Libertà
Coalizione: PdL-LN-MpA


Silvio Berlusconi
“L'Italia è il Paese che amo. [...] Qui ho appreso la passione per la libertà.
Ho scelto di scendere in campo e di occuparmi della cosa pubblica perché non voglio vivere in un Paese illiberale, governato da forze immature e da uomini legati a doppio filo a un passato politicamente ed economicamente fallimentare”
(Silvio Berlusconi, discorso sulla "discesa in campo" - 26 gennaio 1994)
Silvio Berlusconi (Milano, 29 settembre 1936) è un politico e imprenditore italiano, presidente del Consiglio dei ministri in carica dal maggio 2008. È fondatore e proprietario della società multimediale Fininvest (oggi Mediaset), fondatore e presidente del movimento politico Forza Italia e presidente del club calcistico A.C. Milan. È conosciuto anche come Il Cavaliere in ragione dell’onorificenza conferitagli nel 1977 di cavaliere del Lavoro.
Da uomo politico siede alla Camera dei Deputati dal 1994, anno della sua prima elezione. Ha tenuto quattro mandati di presidente del Consiglio: il primo nella XII legislatura (1994), due consecutivi nella XIV (2001/2005 e 2005/2006)[2]; infine, l’attuale, nella XVI (2008).
Secondo la stima elaborata dalla rivista Forbes, nel 2008 Silvio Berlusconi è il terzo uomo più ricco d’Italia e il 90° più ricco del mondo, con un patrimonio stimato in 9,4 miliardi di dollari USA.

Titolo di studio: laurea in giurisprudenza; laurea honoris causa in ingegneria gestionale
Professione: imprenditore e politico
Partito: FI-Il Popolo della Libertà

Ministeri nella Repubblica Italiana
I ministeri presenti nell'attuale Governo italiano sono:
Ministero degli Affari Esteri (ministro: Franco Frattini)
Ministero dell'Interno (ministro: Roberto Maroni)
Ministero della Giustizia (ministro: Angelino Alfano)
Ministero della Difesa (ministro: Ignazio La Russa)
Ministero dell'Economia e delle Finanze (ministro: Giulio Tremonti)
Ministero dello Sviluppo Economico (ministro: Claudio Scajola)
Ministero delle Politiche Agricole e Forestali (ministro: Luca Zaia)
Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (ministro: Stefania Prestigiacomo)
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (ministro: Altero Matteoli)
Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali (ministro: Maurizio Sacconi)
Ministero per i Beni e le Attività Culturali (ministro: Sandro Bondi)
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (ministro: Mariastella Gelmini)
Ministri senza portafoglio
Ministero per i Rapporti col Parlamento (ministro: Elio Vito)
Ministero per le Riforme per il Federalismo (ministro: Umberto Bossi)
Ministero per la Semplificazione Normativa (ministro: Roberto Calderoli)
Ministero per i Rapporti con le Regioni (ministro: Raffaele Fitto)
Ministero per le Pari Opportunità (ministro: Mara Carfagna)
Ministero per le Politiche Comunitarie (ministro: Andrea Ronchi)
Ministero per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione (ministro: Renato Brunetta)
Ministero per l'Attuazione del Programma di Governo (ministro: Gianfranco Rotondi)
Ministero per le Politiche Giovanili (ministro: Giorgia Meloni)
Se siamo in buone mani sta a voi, cari lettori, deciderlo. Commentate e esprimate la vostra opinione

7 commenti:

Paola ha detto...

Io ho dei dubbi atrociiii! e voi? sono certissima che ne avete e, di sicuro,a ragione...la sola persona che poteva godere di una certa stima, si sa ormai, sta pisolando.... a noi che rimane da fare? sognare?
ciao ragazzi, a presto

sole ha detto...

ciao ciao!
volevo dirti che hai vito il premio BRILLANTE WEBLOG 2008!passa da me a ritirarlo!
ti aspetto ciao ciao!

Cacio91 ha detto...

E si non ci rimane che sognare anche perchè dove siamo è un incubo(hai presente "l'incubo" di Fussli ecco l'omino che sta sopra lo stomaco di lei potrebbe benissimo essere Silviuccio)
ciao ciao

Paola ha detto...

E' perfino troppo paragonarlo a quell'omino che, tuto sommato, fa parte di un insieme artistico!
ciao

Paola ha detto...

"La bella Italia". Sono cresciuta con questa frase che mi ha accompagnato, ma ancora non l'ho capita.

Fuser ha detto...

Cara Paola ecco un link molto interessante tratto da repupplica.it dove Dario Olivero espone un secolo di storia italiana sulla "Bella Italia"... http://www.repubblica.it/2008/03/sezioni/spettacoli_e_cultura/libri-20mar/libri-3-aprile/libri-3-aprile.html

sole ha detto...

l'italia di oggi non è poi così ben organizzata...ci sono molte leggi che andrebbero cambiate...molti problemi da risolvere...poi finchè c'è colui che ha la faccia liscia come un culo di un bambino(SILVIO BERLUSCONI)NON SI VA DA NESSUNA PARTE!perchè lui pensa prima a se stesso poi se rimane tempo pensa ai problemi dell'italia...!non dico che prodi era meglio,perchè come si dice a napoli:UNO E' LADRO L'ALTRO E' MARIUOL...significa che tuti e due rubbano...e chi ci va a rimettere siamo noi,la gente comune...che si fa un culo enorme per arrivare a fine mese...!
ciao ciao!
p.s.:sono contenta che il premio è stato gradito!!
ciao ciao