mercoledì 24 settembre 2008

Povera scuola! E poveri noi...


Ecco una nuova legge del governo molto utile a tutti noi. La riforma della scuola da parte della Gelmini prevede di reinserire nelle scuole elementari il maestro unico. Tale "innovazio" se così si vuole chiamare dato che in realtà ci fa fare un tuffo nel passato per cosa dovrebbe esserci di aiuto a noi ed ai professori?
Si conta che ci saranno migliaia di licenziamentie, inoltre, e non da meno non ci sarebbe più il tempo lungo. Questo metterebbe in seri problemi tutte le famiglie dove entrambi genitori lavorano, chi riprenderà i loro bambini? Come faranno con il lavoro?
A quanto pare è semplicissimo, un solo inseanate dovrebbe gestire per 8 ore trenta bambini, ma questo non è possible anche perchè gli inseganti devono fare 24 ore alla settimana. Naturalmente all'aumente delle ore lavorative non ci sarà un aumento nella sua busta paga.
Insomma a cosa serve?
Ancora me lo sto domandando anche se non mi riguarda da vicino e pur sempre qualcosa di sbagliato.

Per continuare voreri fare notare un altra bellissiama legge che invece riguarda tutti giovani e meno giovani da vicino.
La legge sui precari per quello che ho capito, dice che puoi essere assunto come precario dalla stessa azienda per tre anni, dopo di che, non diventi un lavoratore fisso, no semplicemente vieni buttato fuori. Per di più non puoi più essere assunto da quella data azienda.
Ora la prospettiva per noi giovani di un futuro diciamo "facilitato" dagli studi dove stà?
Quello a cui possiamo aspirare, se non siamo molto fortunati, è fare il precario perchè comoda all'industria dicono....

Non sono riuscito ad informarmi molto, questo è quello che so. Spero solo che la legge non sia gia passata. Mah, continuiamo ad andare avanti.....

4 commenti:

Calogero Parlapiano ha detto...

quello che mi chiedo è... se in tanti si lamentano delle varie leggi ed emendamenti fatti, comè che nelle elezioni stravincono poi sempre??? boh...
la scuola è sull'orlo di una grande crisi...
buona giornata, ciao

vvv ha detto...

ma...della secnda legge che hai scritto non ne ho sentito parlare...la prima...bè...ci guadagna lo stato, il che è veramente uno squallore! anche perchè poi la scuola dovrebbe servire ai giovani che poi saranno adulti e formerano la "società"! guarda non so veramente che dire...

Paola ha detto...

Ciao, hai concluso il post con"andiamo avanti...." ma qui purtroppo è tutto un andare indietro e chi ne tocca di più siete proprio voi giovani... poveri noi davvero.Un saluto a tutti voi

Fabio ha detto...

Purtroppo, da ormai più di 10 anni, l'Italia ha intrapreso un cammino in discesa, per quanto riguarda le riforme nel settore educazionale, lavorativo e della giustizia.. Serie infinite di riforme sbagliate, impostate per risolvere problemi temporanei, dimenticandosi del "lungo termine"... Se c'è un principale demerito dei nostri politici e governanti, è proprio quello di non aver mai guardato al futuro! Questi si sono limitati a risolvere solo e temporaneamente emergenze, problemi e scandali del presente.. Come,ad esempio,stà facendo Berlusconi.. E' la solita teoria del "tutto fumo niente arrosto", solo che a farne le spese, sono proprio i giovani, che dovrebbero rappresentare la futura classe dirigente..