martedì 16 dicembre 2008

Siamo tornati !! Riflessioni

Un ciao a tutti cari lettori, ci ripresentiamo dopo un lungo tempo di pausa, cause scuola e crisi mistiche giovanili...capita...
Non ci siamo però dimenticati dei problemi che continuano a cumularsi nel nostro paese e a peggiorare.
Quindi per ricominciare volevamo mettere un pezzo di un libro di un nostro amico di vecchia data : Alessandro Pellegrini. Nei sui scritti non lontani dalla relatà dei fatti, secondo un nostro modesto parere, possiamo trovare riflessioni che ogni tanto frullano anche nelle nostre teste, magari non con le stesse parole.
Vi lasciamo alla lettura, a voi l'ardua sentenza e mi raccomando commentate.

La mia ironia: Confessioni di una vita sprecata
Diretto e scritto da Pellegrini Alessandro.

Ed eccomi qui come al solito, silente, sperduto senza riferimenti da cogliere senza guide da ammirare. Un Dante ripreso dal passato, rispolverato, e fotocopiato ai tempi nostri senza inchiostro di prima qualità, una brutta copia se si può dire.
Non chiedo comprensione, né ammirazioni, poiché sono cose a cui il mio cuore non aspira sebbene ferito e messo in disparte. Questo come gia notate dal titolo non sarà una cavalcata sulle ali della fantasia, né il respiro profondo prima del balzo che attende chi è nervoso. No sarà semplicemente un testo su cui sbattere le mie riflessioni che oramai non contano in questo mondo. Sbattere perché oramai sono stuprate da pensieri molto più mondani e moderni. Passate di moda diciamo...o semplicemente abbandonate, a tal proposito vorrei citare Bodelair:”le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle”. La poesia ha smesso di persistere e perdurare nell’animo degli uomini quando il progresso ci ha fatto evolvere; in un certo senso,io, sono una scimmia.
Faccio notare che in questa premessa ci sono gia troppe ipocrisie e ironie; non sono nemmeno capace di finezze letterarie, poiché come il vecchio ha scordato il sapore della giovinezza,l’uomo si è scordato la cultura…nonostante ciò tento di risollevarmi, di emergere dal marciume dell’ignoranza; ignoranza il buio in cui appassiscono i sogni, soffocati e distrutti dall’occlusione della mente.
Bene, questo divagare mi ha fatto affiorare il ricordo di ciò per cui sono qui: il mio racconto. Per cominciare partirei nel più originale dei modi:facendovi una descrizione breve. No scherzo, l’unica cosa che c’è da dire è che sono un semplice ragazzo, con un corpo, due braccia, due gambe e una mente. Un computer che elabora informazioni con logica impeccabile:non è preciso, secondo me la logica è l’ultimo rifugio dei disperati, e l’unica risposta è l’irrazionalità. Irrazionalità di cui non possiamo trovare più traccia come già dibattuto. Mi scuso anche per il rozzo linguaggio con cui vi parlo: chi legge queste pagine è sicuramente più accorto e intelligente di me. Soprattutto se chiude il libro e lo lascia in disparte.
Dal mio rozzo erudire concetti si può abbozzare un’idea decadentista di me: ebbene non siete lungi dalla mano che ha scagliato il sasso. Sì sono un decadentista nello stile e nella pratica. Ironia e ipocrisia i miei concetti. Scriverò un finale come chi si è lasciato dietro qualcosa, stretto tra i denti; amarezza e cordoglio saranno i miei strumenti. Anche ora in questa calda sera di estate a notte tarda mi trovo davanti a una macchina, un ricettacolo di ignoranza. Buffo. Sono le idee che animano le mie povere mani in questo momento e saranno sempre le idee che un giorno cambieranno la società. Ma le idee sono tali per questo: sono solo idee; non verità. Sono già passate due ore da quando ho acceso il mio inibimento e bevuto la mia insanità per gettarmi in questa confessione che mi mette a nudo. Decisamente è tardi…sta albeggiando. Beh…penso che per stasera sia abbastanza. Grazie di tutto. Vado ad ascoltare i pensieri di un mondo che si sveglia all’indomani di un giorno stanco. Arrivederci.


Cacio91, Fuser, Didz, un grazie ad Ale

3 commenti:

Paola ha detto...

"Le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle".
Se tutti imparassero dal passato, dalla storia, dai poeti, dall'arte... il mondo non starebbe in queste pessime condizioni di vita

Paola ha detto...

Dimenticavo:
Ciao ragazzi, ben tornati :D

peace and love ha detto...

UELAAAAAAA!!!
SCS SE NN PASSO DA UN PO'...
NN HO PIù TANTO TEMPO!!

AUGURIIIIIIIII!!!
CIAO CIAO!