giovedì 20 novembre 2008

In sintesi: AIUTOOO!

Un ciao a tutti!
Ci dispiace per la lunga assenza, ma con il rientro a tempo pieno a scuola e problemi vari non siamo riusciti ad aggiornare il blog.
Rimediamo subito e vediamo se riesco a riassumere gli eventi più importanti avvenuti in questi ultimi tempi e quelli che tutt'ora preoccuppano.

Il decreto Gelmini è passato senza tenere minimamente conto delle nostre proteste, come era prevedibile. Dopotutto, secondo i nostri rappresentanti al governo, siamo solo una piccola minoranza che manifesta istigata dalla falsa informazione diffusa dalla sinistra. Come ha detto il ministro Gelmini siamo ignoranti riguardo alla riforma: non l'abbiamo letta. Forse non sappiamo leggere... Chi ha parlato della riforma si è sempre soffermato (e insiste tutt'ora) sul ritorno del grembiulino alle elementari, sul voto in condotta, sul ritorno del giudizio "in numeri"... tutte cose sulle quali si può essere tranquillamente d'accordo, ma che rimangono stronzate (scusate il termine, ma rende l'idea). Perchè non parlare del
taglio di 2/3 degli insegnati dovuti al maestro unico, della diminuzione del tempo pieno (come fa ad aumentare se i docenti diminuiscono non l'ho ancora capito), della diminuzione spaventosa dei fondi destinati a università e ricerca, dello smantellamento dei laboratori negli istituti tecnici (causa diminuzione di 4 ore settimanali)?

Altra notizia: l'ormai famosissima - stupida - "battuta" del nostro Presidente del Consiglio su Barak Obama. "Obama è giovane, bello e abbronazato". E poi dicono che il razzismo non c'è in italia...

Come se non bastasse dobbiamo fare anche i conti con la crisi mondiale che sembra non aver ancora toccato il fondo, anzi, caso mai ci porta sempre più giù.
A questo punto, come nel celebre film con Benigni e Troisi, "non ci resta che piangere..."!!
speriamo che almeno questao ultimo punto possa risolversi alla svelta, se no poveri noi!

5 commenti:

vanni ha detto...

il nostro grande presidente del consiglio si nasconde anche dietro il lampione e fa "cucu" alla cancelliera tedesca...
ciao

Paola ha detto...

Piangiamo pure, ma, piangendo dobbiamo continuare a combattere constro le assurdità che ci ritroviamo a dover affrontare senza averle chieste a nessuno!!!

Calogero Parlapiano ha detto...

ce ne dovrebbero essere altri di Troisi e di Benigni.. perchè per il resto c'è davvero da piangere.. ciaoooooo

Cacio91 ha detto...

e si quello è stata una bella scena, però dai per lui è un bel passo avanti, è passato dal salutare le donne con una bella pacca sul sedere a fare: cucù.:) forse è un po' esagerato ma non è farina del mio sacco, l'ha detto un comico, non so se era crozza ciao

Paola ha detto...

Forza ragazzi! ricominciate...buon lavoro!